4 mar 2018

Recensione Trilogia Splintered, di A.G. Howard

Splintered series covers
Inauguriamo questo mese di Marzo con una nuovissima e speciale Recensione, che farà brillare gli occhi a tutti gli appassionati di Lewis Carrol e della sua Alice nel paese meraviglie!
Sto parlando della Trilogia Splintered, edita da Newton Compton Editori con titoli prettamente diversi dall'originale.
Splintered, Unhinged ed Ensnared, infatti, nella versione Italiana sono stati completamente trasformati in titoli ampiamente più lunghi senza un'apparente necessità di fondo.

Una saga fantasy che ha conquistato migliaia di lettori, un Retail moderno dallo stile del regista Tim Burton, che ci racconterà la vera storia di Alice nel paese delle meraviglie.
Insomma, un Must per chi adora ritrovarsi in mondi strani e che funzionano al contrario come in Wonderland.
A.G. Howard vi trasporterà in una dimensione fantastica che non dimenticherete mai, parola di Clary.

Come è composta la serie:
1.5 The Moth in The Mirror (Prequel inedito in Italia)
1. Il mio splendido migliore amico
2. Tra le braccia di Morfeo
3. Il segreto della regina Rossa
3.5 Sei Cose impossibili (Tre racconti che narrano diversi momenti trascorsi nel passato e nel futuro di Alyssa, dopo la conclusione dei libri.)

TRAMA #1 
Alyssa Gardner riesce a sentire i sussurri dei fiori e degli insetti. Peccato che per lo stesso dono sua madre sia finita in un ospedale psichiatrico. Questa maledizione affligge la famiglia di Alyssa fin dai tempi della sua antenata Alice Liddell, colei che ha ispirato a Lewis Carroll il suo Alice nel Paese delle Meraviglie. Chissà, forse anche Alyssa è pazza, ma niente sembra ancora compromesso, almeno per ora, almeno fin quando riuscirà a ignorare quei sussurri. Quando la malattia mentale della madre peggiora improvvisamente, però, Alyssa scopre che quello che lei pensava fosse solo finzione è un’incredibile verità: il Paese delle Meraviglie esiste davvero, è molto più oscuro di come l’abbia dipinto Carroll e quasi tutti i personaggi sono in realtà perfidi e mostruosi. Per sopravvivere e per salvare sua madre da un crudele destino che non merita, Alyssa dovrà rimediare ai guai provocati da Alice e superare una serie di prove: prosciugare un oceano di lacrime, risvegliare i partecipanti a un tè soporifero, domare un feroce Serpente. Di chi potrà fidarsi? Di Jeb, il suo migliore amico, di cui è segretamente innamorata? Oppure dell’ambiguo e attraente Morpheus, la sua guida nel Paese delle Meraviglie?

TRAMA #2
Alyssa Gardner è stata nella tana del coniglio e ha affrontato il Serpente.
Ha salvato la vita di Jeb, il ragazzo che ama, è sfuggita alle macchinazioni dell’inquietante e seducente Morpheus e alla vendicativa Regina Rossa. Ora tutto quello che deve fare è prendere il diploma per realizzare il suo sogno e frequentare una prestigiosa accademia d’arte a Londra. Sarebbe tutto più semplice se sua madre, appena uscita da una casa di cura, non si comportasse sempre in modo eccessivamente protettivo e sospettoso. E se il misterioso Morpheus evitasse di farsi vedere in giro per la scuola e non la tormentasse proponendole una pericolosa missione, un’altra sfida al Paese delle Meraviglie, a cui lei, almeno in parte, appartiene…

TRAMA #3
Dopo essere sopravvissuta al disastroso ballo, Alyssa si sente più coraggiosa che mai ed è decisa, nonostante sia una follia, a salvare i suoi due mondi e le persone che ama.
Anche se questo significa sfidare Rossa, sua acerrima nemica, su un campo minato da trucchi e astuzie. E l’unico modo per raggiungere il Paese delle Meraviglie, ora che la tana del coniglio è chiusa, è quello di attraversare il Paese dello Specchio, una dimensione parallela popolata da pericolosi mutanti. Con l’aiuto del padre, Alyssa affronta così il viaggio verso il centro della magia e del caos alla ricerca di sua madre. Riuscirà, insieme a Jeb e Morpheus, a salvare il mondo dalla distruzione in cui è intrappolato?

Le copertine con i nomi originali sono e rimangono le mie favorite. 
Immagini d'impatto, grafica che lascia il segno e quell'alone di mistero che, solo una saga di questa portata, riesce a regalarci nella particolarità del suo genere. 

La Trilogia Splintered si legge in meno di quanto pensereste, e non perché sia troppo corta o non duri abbastanza.
Anzi, man mano che leggerete tra le pagine di ogni volume, vi accorgerete di non potere fare a meno dei misteri e degli intrighi che si susseguono minuto per minuto in quel che va definito il tempo della storia.
Un Retail è sempre un pericolo per chi adora i classici e le opere originali, ma A.G Howard è riuscita nell'intento di scrivere una storia dal carattere moderno, partendo da delle basi già piuttosto conosciute e riviste, dove molti altri non sono riusciti.
Noteremo che Alyssa, la nostra protagonista, all'inizio ci sembrerà una vera Alice in tutto e per tutto, per poi cambiare improvvisamente in qualcosa che nessuno, sono sicura, potrebbe mai aspettarsi.
Il suo, un carattere schivo e riservato, sarà parte di un cambiamento radicale legato alla sua persona e ad un mondo dalle sfaccettature misteriose, che scoprirà essere parte essenziale di un frammento molto importante di sé stessa.

Non essendo una fan piuttosto incallita dei così detti "Triangoli Amorosi", posso dire di non essere rimasta molto soddisfatta dalle relazioni tra i due personaggi maschili che interagiranno con Alyssa.
Sto parlando di Jeb, il suo migliore amico, e di Morpheus, personaggio di maggiore spessore che per Alyssa si rivelerà una sorta di tentatore, amico ed, anche se solo in parte, l'amante di cui sentirà più bisogno.
Saga ricca di colpi di scena, di situazioni che vanno dalle più strane alle più impossibili, ma sia chiaro: non aspettatevi una romance di tutto tono.
A.G Howard ha saputo screziare romanticismo ad una grande dose di avventura nella maniera più consona che si addice ad un racconto di questo genere.
Questa trilogia spicca soprattutto per i suoi dettagli, ognuno ben descritto e sorta di uno studio accurato sul mondo di Lewis Carrol.
Non mancano gli accenni alla magia, alle cose impossibili e più disparate come la presenza dello stregatto di nome Chessie ed altri personaggi che rimarranno ben impressi nella nostra memoria.

I tre aggettivi per questa serie sono:
Appassionante, Avventuroso e Magico!

Come ho già espresso poco prima, l'Avventura è parte costante, se non principale, di tutte le vicende che si susseguono ne la Trilogia Splintered.
L'immaginazione della Howard è un mix perfetto di ciò che potremmo considerare un'ambientazione dark a sfondo fantastico.
Un mondo Magico a cui è difficile rinunciare, o anche solo staccare per un secondo gli occhi dalle parole che si incastrano perfettamente con i pensieri della stessa protagonista, che sottolinea in modo ineguagliabile lo stile narrativo della prima persona al presente.
L'ultima cosa che mi sento di dire è che, forse, sono rimasta un po' troppo a bocca aperta per il finale di cui non parlerò per mantenere la giusta sorpresa.
Tutt'oggi, al riguardo, non mi sento ancora convinta della scelta dell'Autrice, ma non posso dire nemmeno di non esserne rimasta contenta.

Uno dei migliori Retail che abbia mai letto, straconsiglio!

Alla prossima,
Clary