7 mar 2018

Recensione Il gabbiano Jonathan Livingston, di Richard Bach

"Al vero gabbiano Jonathan, che vive nel profondo di noi"

Salve a tutti, lettrici e sognatrici, lettori e sognatori, sono Salvatore Geraci! Le mie passioni più grandi sono la fotografia, la musica e la lettura. 
Oggi vi introduco la mia prima recensione...

Il gabbiano Jonathan Livingston 

«
Il vostro corpo non è altro che il vostro pensiero, una forma del vostro pensiero, visibile, concreta. Spezzate le catene che imprigionano il pensiero, e anche il vostro corpo sarà libero.»  


"Il gabbiano Jonathan Livingston" è uno dei romanzi più celebri scritto da Richard David Bach, un aviatore con la grandissima passione per la scrittura.
Grazie al piccolo gabbiano Jonathan, Richard Bach ha conquistato un'ampia e meritata popolarità a livello internazionale. Il protagonista di questo piccolo ma emozionante romanzo è un giovane gabbiano di nome Jonathan Livingston, le cui uniche ragioni di vita sono il volo e i vari esperimenti acrobatici. Questi vari esperimenti di volo lo porteranno ad infrangere le regole stabilite dai gabbiani, e dunque all'esilio. Un esilio che gli costerà sicuramente la perdita del gruppo ma che, al tempo stesso, gli permetterà di apprendere l'amore, la libertà e la saggezza.
Jonathan sicuramente non è un gabbiano come tutti gli altri, infatti: «La maggior parte dei gabbiani non si danno la pena di apprendere, del volo, altro che le nozioni elementari: gli basta arrivare dalla costa, a dov’è il cibo e poi tornare a casa. Per la maggior parte dei gabbiani, volare non conta, conta mangiare. A quel gabbiano lì, invece, non importava tanto procurarsi il cibo, quanto volare. Più d’ogni altra cosa al mondo, a Jonathan Livingston piaceva librarsi nel cielo.»


«Gli occhi vedono solo ciò che è limitato. Guarda col tuo intelletto, e scopri quello che conosci già, allora imparerai come si vola.» 

TRAMA
"Il gabbiano Jonathan Livingston" è un romanzo diviso in tre parti e presenta una narrazione quasi fiabesca: nella prima parte del romanzo viene narrata la crescita di Jonathan e le varie difficoltà di integrazione con gli altri gabbiani, causate sicuramente dal suo grande amore per il volo. Nella seconda parte viene narrato l'incontro che avviene tra Jonathan, ormai esiliato dal suo stormo, con un gruppo di gabbiani "liberi", tramite il quale riuscirà ad apprendere tantissime abilità e lezioni di vita. Infine, nell'ultima parte del romanzo, Richard Bach ci racconta di un Jonathan ormai maturo, libero e realmente felice che si dedica all'insegnamento del volo ad altri gabbiani.

«Qualunque cosa tu faccia non pensare mai a cosa diranno gli altri, segui solo te stesso, perché solo tu nel tuo piccolo sai cosa è bene e cosa è male, ognuno ha un proprio punto di vista, non dimenticarlo mai, impara a distinguerti, a uscire dalla massa, non permettere mai a nessuno di catalogarti come "clone di qualcun altro", sei speciale perché sei unico, non dimenticarlo mai.»


L'intera narrazione del "gabbiano Jonathan Livingston" in realtà è una grande esortazione rivolta a tutti i grandi e piccoli lettori e sognatori: non bisogna soffermarsi dinanzi alle apparenze o dinanzi ai giudizi, spesso sconfortanti, della gente. Richard Bach ci esorta tramite questo romanzo ad essere diversi, unici, felici e soprattutto ci esorta ad essere proprio come il nostro caro gabbiano Jonathan...liberi!


I tre aggettivi per questo romanzo sono: coinvolgente, riflessivo e metaforico!

In conclusione, "il gabbiano Jonathan Livingston" è un romanzo coinvolgente, capace di catturare sin dalle prime righe l'attenzione del lettore. Un romanzo che insegna cos'è la vita, cos'è l'amicizia, cos'è l'amore ma soprattutto insegna l'importanza di esprimere la propria libertà e il proprio essere, senza limiti e senza intervenire negativamente sugli altri. Jonathan Livingston vi cambierà nel profondo e vi farà capire molte cose per affrontare la vita a testa alta e con amore.

Leggetelo, non ve ne pentirete!

Alla prossima,
Salvatore